· Città del Vaticano ·

Iniziative ecumeniche contro il traffico di esseri umani

Uniti in difesa degli ultimi

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
02 agosto 2021
In nome della parola di Dio i cristiani sono chiamati a contribuire a porre fine al traffico degli esseri umani qualunque forma esso possa assumere: questo invito è risuonato negli incontri ecumenici che si sono svolti in tanti luoghi, dal Brasile agli Stati Uniti, dall’Australia alla Gran Bretagna, in occasione della Giornata internazionale contro il traffico di essere umani, istituita dalle Nazioni Unite, nel 2014, per il 30 luglio. La Giornata era stata pensata per condannare una pratica che lede uno dei diritti fondamentali in nome di logiche economiche che non rispettano la dignità umana, con la speranza di coinvolgere istituzioni politiche e comunità religiose. Nel corso degli anni, anche grazie alla partecipazione delle Chiese e degli organismi ecumenici, talvolta in una prospettiva interreligiosa, che andava ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno