· Città del Vaticano ·

In Myanmar la giunta prolunga lo stato di emergenza

02 agosto 2021
Naypyidaw, 2. Le elezioni politiche in Myanmar «ci saranno per certo» e saranno «multipartitiche», ma non si terranno comunque prima di almeno due anni, cioè dell’agosto del 2023. Ieri, contraddicendo la promessa iniziale che lo stato d’emergenza non sarebbe durato più di un anno, il capo della giunta militare, generale Min Aung Hlaing, ha ufficialmente spostato quel termine in avanti di almeno due anni e mezzo. Il generale ha annunciato questa decisione in un discorso pronunciato in televisione ad esattamente sei mesi dal golpe militare del primo febbraio scorso, che ha bruscamente messo fine a quasi un decennio di esperimento democratico. Sei mesi durante i quali ong e gruppi d’opposizione stimano siano stati uccisi almeno 940 dimostranti pro-democrazia e almeno 5.400 siano in carcere per ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno