· Città del Vaticano ·

Le forze di Assad lanciano l’offensiva contro i gruppi di ribelli

Salta la tregua a Daraa

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
30 luglio 2021
Damasco, 30. Non si ferma la guerra in Siria. È di 16 morti — 13 combattenti e 3 civili — il bilancio degli scontri tra esercito siriano e miliziani dell’opposizione avvenuti nelle ultime ore nella città di Daraa. Lo riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani (voce dell’opposizione in esilio a Londra), che parla degli «scontri più violenti» dal 2018, quando le forze del presidente Bashir Al Assad strapparono Daraa ai ribelli. Un mese fa l’esercito aveva iniziato a rafforzare la propria presenza nell’area in seguito al rifiuto dei gruppi ribelli di consegnare tutte le armi leggere e consentire ai militari di Damasco di perquisire le abitazioni del centro di Daraa, dove vivono circa 40.000 persone. La richiesta — dicono fonti dell’opposizione — avrebbe violato l’accordo del 2018, secondo il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno