· Città del Vaticano ·

Colloquio telefonico tra Michel e Saïed

L’Ue è a fianco dei tunisini

28 luglio 2021
Tunisi, 28. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel ha avuto ieri una «discussione approfondita» con il presidente tunisino Kaïs Saïed sulla delicata situazione in Tunisia, segnata dai disordini degli ultimi giorni, tra scontri politici e una crisi economica accentuata dalla pandemia, che rischiano di generare una pericolosa fase di stallo. «Preservare la stabilità e la democrazia è la priorità per il Paese e la regione» ha twittato Michel dopo il colloquio telefonico con Saïed, sottolineando che «l’Unione europea è a fianco dei tunisini di fronte alla crisi che stanno attraversando». Dopo aver annunciato domenica scorsa la sospensione dei lavori del Parlamento per 30 giorni, la revoca dell’immunità per i deputati e il sollevamento ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno