· Città del Vaticano ·

Quattro pagine - Approfondimenti di cultura, società, scienze e arte
Un uomo del Sud del mondo capace di celare la profondità nella leggerezza

I sogni sotto la realtà

 Andy Warhol, «Vesuvius» (1985)
27 luglio 2021
A colloquio con Lorenzo Marone In una sera di ottobre insolitamente tiepida e luminosa, sulle rive di quel Lago Maggiore che Flaubert definiva un «paradiso terrestre», iniziai a leggere il libro di Lorenzo Marone La tentazione di essere felici e feci notte per non lasciarlo. La mattina dopo gli dissi: «È un romanzo bellissimo». Era nato uno degli scrittori dalla voce più potente e originale della nostra narrativa, perché la storia di Cesare, un settantenne all’apparenza cinico e arreso, era un esordio straordinario per limpidezza di lingua, freschezza di racconto, armonia e solidità della struttura narrativa. Lorenzo Marone nei libri successivi ha mantenuto tutte le promesse. Nella smagliante e scorrevole scrittura, nelle storie che incollano alla pagina il lettore si raccoglie tanta ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno