· Città del Vaticano ·

La Sardegna stretta nella morsa del fuoco

26 luglio 2021
Roma , 26. La Sardegna è stretta da oltre sessanta ore nella morsa del fuoco, che ha colpito diverse località. Quasi 1.500 persone sfollate, oltre 20 mila ettari di territorio e vegetazioni bruciati, case e aziende danneggiate e bestiame ucciso: è il pesante bilancio del vasto incendio scoppiato in provincia di Oristano e non ancora del tutto domato. «I danni sono incalcolabili. Si tratta di uno dei più gravi disastri naturali mai avvenuti in regione», ha detto il governatore dell’isola Christian Solinas. Tre quarti di Sardegna sono in allerta. L’ultimo bollettino della Protezione civile regionale segnala per oggi un codice arancione — ieri era rosso — in buona parte della Sardegna, incluso il Cagliaritano e l’area dell’Oristanese. Stamane sono iniziate, intanto, le operazioni di bonifica ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno