· Città del Vaticano ·

«Giuda» di Maximilian Nisi alla Festa del Teatro di San Miniato

Il canto dell’amore malato

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 luglio 2021
«In ogni uomo abita una nostalgia dell’infinito, un senso di separazione, un desiderio di completezza che lo spinge a cercare un senso alla propria esistenza» si legge nelle note di regia dello spettacolo — in scena alla Festa del Teatro di San Miniato fino al 28 luglio — Paradiso. Dalle tenebre alla luce, dalla Divina Commedia di Dante Alighieri, scritto e interpretato da Simone Cristicchi in collaborazione con Manfredi Rutelli, Valter Sivilotti e i ventidue elementi dell’Orchestra Oida di Arezzo. La forza motrice della vita è sempre la stessa per tutti, il desiderio di amare ed essere amati, ma è decisivo chi sta al timone, chi o che cosa decide la direzione del viaggio, se la meta è un varco verso il vero o si avvicina pericolosamente al pantano della menzogna. E di quella oscura presenza che della ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno