· Città del Vaticano ·

Transizione ecologica democrazia e sostenibilità sociale

23 luglio 2021
Se l’ecologia ha come oggetto di conoscenza il rapporto tra gli esseri viventi e l’ambiente, la transizione verso un sistema ecologicamente più consapevole, non può che guardare anche alla dimensione sociale dell’ambiente in cui gli esseri viventi interagiscono fra loro. Spesso il termine sostenibilità viene declinato esclusivamente in chiave ambientale, trascurandone il significato intrinseco dell’impossibilità di “andare oltre il limite”, non solo fisico, ossia ambientale, ma anche socioeconomico. Oggi, il percorso dell’European Green Deal e della Just Transition appare strettamente legato alla “visione” di Alexander Langer (Colloqui di Dobbiaco, 1994), il quale, nel proporre una Costituente ecologica, affermava che la «conversione ecologica si affermerà solo se apparirà socialmente ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno