· Città del Vaticano ·

In lei vanno a convergere diverse figure di donne presenti nei vangeli

Maria di Madgala e le sue «sorelle»

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
21 luglio 2021
Secondo la tradizione medievale, nell’iconografia di santa Maria Maddalena, vanno a confluire come tessere di un unico mosaico, diverse figure di donne presenti nei vangeli. La lettura spirituale che scaturisce dai padri e in particolare da Gregorio Magno, mira a far risaltare, attraverso le varie figure femminili che costellano la variegata immagine di Maria di Magdala, un vero e proprio itinerario mistico. Citata fra le donne alla sequela Gesù (Marco 15, 40), come colei che è liberata da sette demoni (Marco 16, 9; Luca 8, 2), presente fra le mirofore che si recano al sepolcro per ungere il corpo di Gesù, assume in Giovanni i suoi aspetti più rilevanti: è sotto la croce (Giovanni 19, 25), è la prima testimone della risurrezione e inviata a darne l’annuncio agli apostoli (Giovanni 20, 1-18). ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno