· Città del Vaticano ·

Il film

Il dubbio che uccide

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
20 luglio 2021
È una serrata caccia all’uomo L’ombra del dubbio (1943), uno dei capolavori firmati da Alfred Hitchcock. Due poliziotti, con ostinata caparbietà, pedinano Carlo Oakley (interpretato da Joseph Cotten) che con il pretesto di far visita alla sorella, si rifugia nella sua casa. Carlo è amato da tutta la famiglia di lei, in particolare dalla nipote adolescente Carla (Teresa Wright). Li ricolma di doni, in un’atmosfera idilliaca, ma nonostante questo rassicurante scenario, tra i familiari comincia ad insinuarsi il germe del dubbio. Qualcosa di indefinito, ma non per questo meno assillante, li turba: avvertono che nel comportamento “sopra le righe” di Carlo vibra un losco afflato. Il tarlo del dubbio comincia a tessere la sua tela, ed il genio di Hitchcock elabora, nelle varie sequenze del film, un sapiente gioco di ombre, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno