· Città del Vaticano ·

Il teatro

Danzare il buio

20 luglio 2021
Poesia e danza, due arti molto più “sorelle” di quello che può sembrare a prima vista; è questa parentela segreta (tutta da scoprire, in scena) che ha fatto nascere Elogio dell’ombra omaggio alla poesia omonima di Jorge Luis Borges. Uno spettacolo che ha iniziato il suo percorso al Drama Teatro di Modena, sei anni fa, composto dalla scrittura del corpo di Elena Annovi, con musica scena e luci di Alberto Nanni e Little Onions Dub Foundation. «La ricerca e il lavoro di questo primo studio, che piano piano si è cucito sposando testo, corpo e musica — si legge nelle note di regia — vuole portare lo spettatore in un universo frammentario, un caleidoscopio di apparenze che si ostina a celare un segreto e ci consegna, forse, un universo morale». Se per Yeats un vecchio «non è che una misera ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno