· Città del Vaticano ·

Dopo le proteste antigovernative

Cuba, resta alta la tensione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
19 luglio 2021
L’ Avana , 19. Resta alta la tensione a Cuba dopo le manifestazioni antigovernative che si sono tenute nel fine settimana. Ieri, domenica, l’arcivescovo si Santiago di Cuba, Dionisio Guillermo García Ibáñez, ha lanciato un nuovo appello alla pace e al dialogo. L’arcivescovo ha sottolineato la necessità di «cambiamenti che diano speranza e fiducia al nostro popolo, che ha bisogno di sentirsi rispettato ogni volta che vuole esprimere il suo modo di sentire e vedere le nostre realtà». Le proteste sono le prime in quasi trent’anni – anche se non sono le prime in assoluto – e sono decisamente le più ampie e partecipate da quando nel 1959 i rivoluzionari guidati da Fidel Castro conquistarono il Paese. Sono cominciate nella tarda mattinata di domenica 11 luglio a San Antonio de Los ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno