· Città del Vaticano ·

La Banca mondiale sosterrà l’istruzione nella lingua madre

16 luglio 2021
La diversità linguistica nel mondo è minacciata e le culture tradizionali che si esprimono nelle lingue originali rischiano di non essere più trasmesse alle nuove generazioni. La Banca mondiale, in un rapporto appena pubblicato — Loud and Clear: Effective Language of Instruction Policies for Learning — evidenzia, però, un passaggio pedagogico rilevante soprattutto per l’Africa Subsahariana: fare scuola ai bambini nella lingua che parlano a casa è fondamentale per il loro coinvolgimento e quindi per contrastare la povertà di apprendimento. Questo aspetto è particolarmente significativo per l’Africa Subsahariana poiché «la diversità linguistica è una delle sue caratteristiche principali». Circa il 37% degli studenti nei Paesi a basso e medio reddito deve ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno