· Città del Vaticano ·

Repubblica Democratica del Congo

Torna la minaccia
del vulcano

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
02 giugno 2021

La minaccia di una nuova eruzione del vulcano Nyiragongo, nell’est della Repubblica Democratica del Congo, ha costretto 400.000 persone, tra cui oltre 280.000 bambini, ad abbandonare rapidamente, per ordine delle autorità, la città di Goma. Lo ha sottolineato l’Unicef, avvertendo del rischio che nella fuga molti minori possano ritrovarsi separati dalle proprie famiglie.

La maggior parte degli sfollati si è diretta a Sake, circa 25 chilometri a ovest di Goma, e verso il confine con il Rwanda, nel nordest. Almeno 32 persone sono morte come risultato diretto dell’eruzione, compresi tre bambini, mentre 40 persone risultano tuttora disperse.

In una conferenza stampa, il presidente del Paese africano, Félix Tshisekedi, ha giudicato «assolutamente necessario» sgomberare la città di Goma, precisando che «la situazione è grave, ma sotto controllo».