· Città del Vaticano ·

Conclusa la vaccinazione
degli assistiti dall’Elemosineria

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
29 maggio 2021

Con la seconda dose somministrata a 300 persone nell’Aula Paolo vi si è conclusa questa mattina, sabato 29, la vaccinazione in Vaticano dei bisognosi e vulnerabili assistiti dall’Elemosineria apostolica. In totale sono state protette dal coronavirus grazie a questa iniziativa, fortemente voluta da Papa Francesco, 1.800 tra donne e uomini. «Sono quelli della strada, dei vari dormitori, quelli che non hanno diritto di essere vaccinati in Italia», ha spiegato il cardinale elemosiniere Konrad Krajewski.

«Finiamo così questo momento di grazia per questi invisibili nella città, che in realtà sono ben visibili — ha aggiunto il porporato — e quando i vaccini saranno a disposizione per il libero commercio, allora incominceremo di nuovo». Al momento, infatti, solo gli Stati possono acquistare i vaccini e l’Elemosineria si sta muovendo attraverso i canali diplomatici per poter aiutare i Paesi più poveri soprattutto in Africa e in Asia.