· Città del Vaticano ·

C’erano una volta...
i fontanili di Roma

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
29 maggio 2021

Questo è lo stato di degrado in cui versa l’ottocentesco Fontanile di Pio ix ” a via Trionfale, in un tratto corrispondente all’antica Via Francigena, nei pressi della Chiesa di San Francesco d’Assisi a Monte Mario. Una pregevole opera in mattoni e poggia fatta costruire dal Pontefice nel 1866, su progetto dell’architetto Andrea Sarti, per l’approvvigionamento idrico e i servizi di lavanderia della Borgata di Sant’Onofrio. Lo stato di abbandono per incuria è tanto più sorprendente se si considera che il manufatto era stato recentemente oggetto di un accurato restauro proprio per conservare il valore storico artistico dell’edificio e della sua epigrafe che, sotto lo stemma pontificio, recita: Pio ix Pontifex Max. / Aquam Pavllam in vsvm pvublicum / et piae domus vtilitatem/impensa sva derivavit / a MDCCCLXVI. La pubblica fruizione del Fontanile in condizioni ottimali di sicurezza e visibilità richiede ora di provvedere non solo al suo restauro ma anche a una continua manutenzione, incluso il sistematico diserbo e pulizia dell’area circostante.