· Città del Vaticano ·

Il Papa per la ripresa delle pubblicazioni de «La Civiltà Cattolica» in spagnolo

Un’esperienza spirituale
comunitaria e intellettuale

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
20 maggio 2021

Più che «una rivista», una vera «esperienza spirituale, comunitaria e intellettuale»: così Papa Francesco definisce «La Civiltà Cattolica» in un messaggio inviato oggi, 20 maggio — data che coincide significativamente con l’inizio delle celebrazioni per l’anno ignaziano — in occasione della ripresa delle pubblicazioni dell’edizione in lingua spagnola.

Proseguendo nel percorso di internazionalizzazione, cominciato nel 2017, la rivista fondata nel 1850 dai gesuiti in Italia, conta ora 8 edizioni in altrettante lingue. In veste completamente rinnovata ed esclusivamente digitale, la versione in spagnolo — accessibile all’indirizzo internet: www.laciviltacattolica.es — sarà curata dai padri di Villa Malta a Roma, in stretta connessione col mondo culturale ed ecclesiale latinoamericano e iberico. Un’altra caratteristica del nuovo progetto de «La Civiltà Cattolica» è l’accessibilità a tutti i suoi contenuti: organizzati per argomenti, essi saranno pubblicati integralmente e gratuitamente.

«La vostra è una rivista unica nel suo genere» sottolinea il Pontefice nel messaggio augurale in spagnolo rivolgendosi ai padri scrittori e ai collaboratori della pubblicazione. «Con le edizioni in italiano, inglese, francese, russo, cinese, coreano e giapponese — nota Francesco — voi già raggiungete un vasto pubblico. Parlando in spagnolo, ora, la rivista amplierà il numero dei suoi lettori e si aprirà a nuove sfide. Avete davanti a voi i lettori dei 21 Paesi di lingua spagnola».

Da qui l’invito del Pontefice: «Remate con passione e risolutezza nella barca di Pietro, da buoni gesuiti. Remate con la vostra penna, dialogando con tutti, puntando verso il mare aperto». Per il Papa è necessario continuare a cercare Dio «dove si fa trovare, in modo speciale in coloro che hanno fame e sete di quella verità che si traduce in opere di giustizia e di misericordia. Cercatelo — esorta — nei vari ambiti della riflessione filosofica e teologica dei popoli della Spagna, dell’America Latina e dei Caraibi, nelle loro culture, nei settori della scienza, dell’arte e dell’impegno sociale e politico».

«Soprattutto in questi tempi di crisi — conclude Francesco — con la vostra riflessione voi mettete a disposizione di tutta l’umanità il Vangelo del Regno di Dio come risorsa di salvezza per il nostro tempo».