· Città del Vaticano ·

India: scuole cattoliche
diventano ospedali
per pazienti Covid

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
29 aprile 2021

Nel mezzo dell’emergenza pandemica in India, l’arcidiocesi cattolica di Bangalore, nello stato di Karnataka, ha deciso di trasformare temporaneamente le scuole cattoliche in ospedali per pazienti colpiti dal Covid-19. Come riferisce l’agenzia Fides, l’arcivescovo metropolita di Bangalore, Peter Machado, ha promosso l’iniziativa dopo aver constatato le difficoltà nella gestione dell’emergenza negli ospedali cattolici e nelle strutture pubbliche.

L’esplosione della seconda ondata di Covid in India ha paralizzato tutto il sistema sanitario indiano. In tutta l’India si registra carenza di posti-letto, di ossigeno e medicinali. «La nostra iniziativa di mettere a disposizione le strutture scolastiche può contribuire ad alleviare lo stress sugli ospedali nella gestione della crisi sanitaria nel Paese» ha detto a Fides l’arcivescovo. «Apprezziamo il servizio instancabile e disinteressato reso nelle circostanze più difficili da medici e infermieri, cattolici e non, e vogliamo offrire tutto l’aiuto e il supporto possibile». L’arcidiocesi e la rete di ospedali cattolici hanno inoltre avviato una linea telefonica di assistenza per raggiungere le vittime e i loro parenti fornendo informazioni sulla gestione della malattia, la disponibilità di posti-letto e ventilatori. In tal modo si indirizzeranno i pazienti nei centri temporanei di assistenza Covid, quelli allestiti negli edifici delle scuole e in altre strutture, dedicati soprattutto a quanti sono sulla via del recupero dopo il trattamento terapeutico iniziale, alleviando così la pressione sugli ospedali.

L’arcidiocesi mette a disposizione di ciascun ospedale una scuola per istituire un centro di assistenza post-Covid.