· Città del Vaticano ·

John Kerry a Shanghai

Usa e Cina, dialogo sul clima

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
15 aprile 2021

Cina e Stati Uniti s’erano lasciati ad Anchorage, Alaska, quasi un mese fa dopo un vertice conclusosi senza un comunicato congiunto. Ma l’agenda aveva già la data dell’appuntamento a Shanghai sulla lotta al mutamento climatico per il 14 aprile.

L’inviato speciale statunitense per il clima, John Kerry, è arrivato — come da agenda — ieri in Cina per preparare, insieme al suo omologo Xie Zhenhua, la conferenza sul clima prevista a novembre a Glasgow.

Ma sul tavolo c’è anche il summit virtuale a Washington del 22 e 23 aprile che il presidente Usa, Joe Biden, ha proposto in coincidenza con la giornata mondiale della Terra. Il presidente cinese, Xi Jinping, non ha ancora confermato la sua adesione all’evento. «Non potremo risolvere questa crisi climatica — ha detto Kerry in partenza — senza che la Cina si sieda al tavolo. E speriamo che la Cina si unisca a noi».

Il clima, ha affermato, è materia di interesse globale: «Non si può dire che, viste le divergenze, non faremo nulla sul clima. Questo sarebbe solo un danno per i rispettivi popoli. Il clima è una materia a parte».

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Zhao Lijian, ha detto da parte sua, durante una conferenza stampa, che Kerry arriva «su invito della Cina» e che «scambierà opinioni sulla cooperazione sino-americana sui cambiamenti climatici». Non dovrebbero esserci briefing con la stampa.

Dopo la tappa cinese — quattro giorni di consultazioni — l’inviato di Biden sarà nella Corea del Sud, sempre in vista dell’evento di aprile al quale sono stati invitati i rappresentanti di 40 Paesi, ed anche il presidente russo Vladimir Putin.

Nel frattempo, il presidente Xi Jinping ha fatto sapere ufficialmente di avere accettato l’invito ad un vertice sul clima avanzato dal presidente francese Emmanuel Macron: un incontro trilaterale che vedrà Cina, Germania e Francia dialogare sulle misure di contenimento dell’inquinamento globale.