· Città del Vaticano ·

Biden annuncia il ritiro delle truppe statunitensi dall’Afghanistan entro l’11 settembre

Vent’anni dopo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 aprile 2021

Gli Stati Uniti ritireranno le truppe dall’Afghanistan entro il prossimo 11 settembre. Una data altamente simbolica, perché cade esattamente vent’anni dopo gli attentati di Al Qaeda alle Torri Gemelle e al Pentagono, che hanno trascinato gli Usa nella guerra più lunga della loro storia.

L’annuncio ufficiale dovrebbe essere dato oggi dal presidente Joe Biden, ma la notizia è stata anticipata da tutti i media statunitensi. La precedente scadenza fissata dall’Amministrazione di Donald Trump prevedeva il ritiro entro il 1 maggio 2021. Il posticipo era già stato ventilato il mese scorso, quando il segretario di Stato americano, Antony Blinken, aveva insistito sulla mancanza di condizioni per procedere con il rientro delle truppe a maggio, per timore che i talebani potessero sferrare una nuova serie di attacchi e ottenere rapidamente una serie di vittorie.

In Afghanistan sono presenti al momento circa 3.000 soldati americani e 7.000 della Nato, in gran parte truppe di Paesi dell’Alleanza atlantica (l’Italia ne schiera circa 800). La mossa del presidente Biden porrà fine ad una guerra costata finora migliaia di miliardi di dollari, oltre 2.300 militari statunitensi morti e 20.000 feriti, ed almeno 100.000 civili afghani uccisi.

Lo stesso 11 settembre dovrebbero ritirarsi dal martoriato Afghanistan anche le truppe della Nato. Lo ha detto il ministro tedesco della Difesa, Annegret Kramp-Karrenbauer, alla vigilia della odierna riunione a Bruxelles dei ministri di Esteri e Difesa della Nato. «Abbiamo sempre detto: entriamo insieme, usciamo insieme», ha ricordato Kramp-Karrenbauer.

Se non sarà rispettato il termine concordato, i talebani hanno minacciato nuovi attacchi contro le truppe statunitensi e della Nato. Talebani che nel frattempo hanno rifiutato di partecipare alla Conferenza di pace sull’Afghanistan, in programma in Turchia il prossimo 24 aprile.