· Città del Vaticano ·

In rete
Un sito alla settimana

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 aprile 2021

Anniversario dell’incendio della cattedrale di Notre-Dame
a Parigi


Le lancette tornano alla memoria del 15 aprile 2019 quando un incendio ha ferito la Cattedrale di Notre-Dame de Paris. Dal cuore della capitale francese, sgorga ancora il dolore per le conseguenze sulla guglia e il tetto distrutti, nell’edificio simbolo dello stile gotico e della fede di Francia. Il sito internet della cattedrale www.notredamedeparis.fr accoglie i visitatori ricordando la chiusura al pubblico del luogo di culto ma anche la sua lunga storia. Una mappa interattiva guida ogni pellegrino digitale tra le bellezze dei capolavori ora visitabili soltanto a distanza. Spunte blu sono posizionate per individuare, ingrandire e approfondire spazi, sculture, mausolei e dipinti. La presentazione di ogni esemplare artistico può essere condivisa anche via mail o pubblicata sui social network.

Il sito internet ricorda che «sono in corso lavori di sicurezza e consolidamento» ma invita anche, chi si trova a Parigi, a non esitare dall’esterno a «venire a contemplare la cattedrale o a fotografarla dalle stradine dell'Ile de la Cité, i ponti della Senna, le banchine della riva sinistra e l’Ile Saint Louis».

L’Ambasciata di Francia presso la Santa Sede proporrà un evento on line il 27 aprile alle ore 18:30 sul restauro di “Notre Dame, il cantiere del secolo”.

Incontro online per celebrare il ventesimo
della Charta œcumenica


Un momento ecumenico online per celebrare il ventesimo anniversario della Charta œcumenica e le sue «linee guida per la crescente cooperazione tra le Chiese in Europa». Il documento è stato sottoscritto nel 2001 dal Consiglio delle conferenze episcopali d’Europa (Ccee) e dalla Conferenza delle Chiese europee (Kek) per «preservare e sviluppare la fratellanza tra le chiese europee». A venti anni di distanza, in una dichiarazione congiunta, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente del Ccee, e il reverendo Christian Krieger, presidente della Kek, invitano alla preghiera perché tutti siano una sola cosa: «Desideriamo essere strumenti per questa unità e impegnarci nuovamente per rafforzare la comunione ecclesiale attraverso la preghiera e l’azione comuni, offrendo al contempo il nostro servizio al mondo per la promozione della giustizia e della pace». L’incontro dal titolo “Siate allegri nella speranza, pazienti nella sofferenza, perseveranti nella preghiera” (Romani, 12, 12) è organizzato online il 22 aprile dalle ore 19 alle ore 20.30. È possibile iscriversi all’evento sul sito www.ccee.eu.

a cura di Fabio Bolzetta