· Città del Vaticano ·

Risurrezione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
03 aprile 2021

Nei giorni di Quaresima, il vescovo Paolo Ricciardi e lo scrittore Daniele Mencarelli ci hanno accompagnati lungo le stazioni della Via Crucis. Con loro giungiamo oggi dinanzi al mistero della Risurrezione, che contempliamo attraverso le meditazioni riportate qui di seguito.

Al vento di questo paradiso
si culla il tuo verde ventaglio,
l’accesa fioritura di colori
brilla nella chioma rigogliosa
al sole di un tempo sterminato,
ora la tua resina è miele.
Tu albero della mia terra
da albero a croce da croce a nido
casa d’animali e figli arrampicati
di vita eterna nella gioia
e giochi di fratelli senza paura,
ecco la terra che ti promisi
il regno dove nulla soffre
e a morire è solo la morte.

Daniele Mencarelli
(da «La croce e la via», Edizioni San Paolo, Milano, 2021)


Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. (Mc 16, 6)

Un giorno di primavera
Gabriele e Annarita si sono sposati.
C’erano tanto sole e tanta gioia profonda.
Don Marco ha predicato la Bellezza della Vita
e ha parlato di Risurrezione.
Tutti erano commossi.
Ma ancor più grande fu la commozione
al semplice rinfresco preparato il giorno dopo,
nel bar dell’ospedale.
sono passate tante persone:
i colleghi, alcuni medici, altri operatori…
Addirittura, quasi per caso, entrò anche il direttore.
Mattia, addetto al rinfresco,
era compiaciuto del suo bar
trasformato in una sala di nozze.
Ad un tratto Gabriele si sentì chiamare
dal signor Alberto, accompagnato da uno dei figli.
Fu un abbraccio intenso,
come quello tra la sposa e la giovane Chiara.
Suor Carla guardava quel momento
come ad un raggio di Cielo.
E dal Cielo la nonna Luisa sorrideva.
Non riesco a descrivervi,
accanto a Luisa,
il volto luminoso di Patrizio.

Paolo Ricciardi
vescovo ausiliare di Roma