· Città del Vaticano ·

La vecchiaia: il nostro futuro

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
09 febbraio 2021

«In tutti i continenti la pandemia ha colpito innanzi tutto chi è vecchio. I dati dei decessi sono brutali nella loro crudeltà. A tutt’oggi si parla di più di due milioni e trecentomila anziani morti per il covid-19, la maggioranza dei quali ultrasettantacinquenni». Ha denunciato «una vera e propria “strage di anziani”» l’arcivescovo presidente Vincenzo Paglia presentando stamane il documento della Pontificia Accademia per la vita «La vecchiaia: il nostro futuro». Svoltasi in modalità online, la conferenza nella Sala stampa della Santa Sede è stata animata anche dagli interventi di monsignor Bruno-Marie Duffé, segretario del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale, e dall’accademica Etsuko Akiba, collegata dal Giappone, che ha illustrato la realtà di un Paese con la popolazione più longeva del mondo.