· Città del Vaticano ·

Indonesia: vittime
e danni per il sisma

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
15 gennaio 2021

Si aggrava con il passare delle ore il bilancio del terremoto di magnitudo 6,3 sulla scala Richter che ha investito la provincia indonesiana di Sulawesi. Finora le vittime accertate sono 35, ma si teme che possano essere molte di più. Il potente sisma ha fatto crollare decine di edifici e molte persone sono ancora intrappolate tra le macerie. Crollati anche un ospedale, un hotel e uno degli edifici che ospitano gli uffici governativi. La protezione civile locale parla di oltre 600 feriti, dei quali 200 ricoverati in condizioni gravi, mentre oltre 2.000 persone sono rimaste senza casa. La scossa, secondo l’American Insitute of Geophysics, è stata registrata all’1,28 ora locale, con epicentro a sei chilometri dal distretto di Majene, ad una profondità di circa 10 chilometri. Le vittime si registrano tutte nella città di Mamuju. Le frane seguite al sisma hanno anche interrotto l’accesso a una delle strade principali. La zona era già stata colpita nel settembre del 2018 da un terremoto di magnitudo 7,5, seguito da un maremoto, provocando 4.300 tra morti e dispersi.