· Città del Vaticano ·

L’annuncio del Papa alla preghiera mariana del 27 dicembre

Un Anno speciale
dedicato alle famiglie

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 dicembre 2020

Dal 19 marzo 2021 a giugno 2022


«Ho deciso di indire un Anno speciale dedicato alla Famiglia #Amorislaetitia, che sarà inaugurato nella prossima solennità di San Giuseppe. Affidiamo alla Santa Famiglia di Nazareth questo cammino con le famiglie di tutto il mondo». Con un tweet sull’account Pontifex il Papa ha rilanciato sui social media l’annuncio fatto all’Angelus di questa nuova iniziativa spirituale, pastorale e culturale per accompagnare e sostenere le famiglie alla luce delle sfide del nostro tempo. Un itinerario, lungo 15 mesi, coordinato dal Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, che subito dopo le parole del Pontefice ha diffuso un comunicato, insieme con una brochure di presentazione da condividere con le diocesi, le parrocchie, le università, i movimenti ecclesiali, le associazioni familiari e le singole famiglie, scaricabile dal nuovo sito www.amorislaetitia.va, sviluppato in cinque lingue (inglese, francese, spagnolo, portoghese e italiano). Nella nota il Dicastero spiega come l’esperienza della pandemia abbia «messo maggiormente in luce il ruolo centrale della famiglia come Chiesa domestica» evidenziando «l’importanza dei legami tra famiglie, che rendono la Chiesa una “famiglia di famiglie”». Per  questo motivo attraverso l’Anno “Famiglia Amoris laetitia” il Pontefice — prosegue la nota — «intende rivolgersi a tutte le comunità ecclesiali nel mondo esortando ogni persona a essere testimone dell’amore familiare». A tal fine saranno diffusi strumenti di spiritualità familiare, di formazione e azione pastorale sulla preparazione al matrimonio, l’educazione all’affettività dei giovani, sulla santità degli sposi e delle famiglie che vivono la grazia del sacramento nella loro vita quotidiana, e verranno organizzati simposi accademici internazionali per approfondire i contenuti e le implicazioni dell’esortazione apostolica post-sinodale.

L'Angelus del Papa