· Città del Vaticano ·

La benedizione dei “Bambinelli”

Segno di gioia e speranza

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
14 dicembre 2020

Nella domenica in cui si rinnova «l’invito alla gioia caratteristico del tempo di Avvento», il Papa ha benedetto i “Bambinelli” portati in piazza San Pietro da un gruppo di ragazzi e ragazze che hanno partecipato all’Angelus del 13 dicembre in rappresentanza dei loro coetanei di Roma. Quest’anno, infatti, il tradizionale appuntamento organizzato dal Centro oratori romani (Cor) — a causa delle misure di sicurezza adottate per evitare il diffondersi del contagio da covid-19 — si è svolto in forma “diffusa” ed è stato celebrato soprattutto nelle singole comunità parrocchiali. Francesco ha impartito la benedizione al -termine della preghiera mariana, sottolineando che «le statuine di Gesù, che verranno collocate nel presepe» sono «segno di speranza e di gioia» soprattutto in un tempo difficile come quello della pandemia. In precedenza, com-mentando il Vangelo della terza domenica di Avvento (Giovanni 1, 6-8.19-28), il Pontefice aveva ricordato che «la gioia deve essere la caratteristica della nostra fede», perché deriva dalla consapevolezza «che il Signore è con me, che il Signore è con noi, che il Signore è risorto».

L'Angelus