· Città del Vaticano ·

In rete
Un sito alla settimana

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
11 novembre 2020

Cerimonia online del Joint Diploma in ecologia integrale


Un percorso di studi annuale per promuovere il messaggio dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco incoraggiando i suoi partecipanti nell’avvio di iniziative personali e comunitarie per la cura della casa comune. Per il «Joint Diploma in ecologia integrale», giunto al quarto anno e condiviso dalle università e atenei pontifici di Roma, si è svolta in diretta web, sul profilo YouTube della Pontificia università Gregoriana, la cerimonia di inaugurazione e di consegna degli attestati.

Per il neo diplomato Isuf Alla, proveniente dall’Albania, lo studio dell’enciclica è stata l’occasione di «una formazione e crescita personale con una forte impronta al dialogo tra cristiani e musulmani. Un percorso che continuerà per tutta la mia vita», ha detto. A ricevere il diploma anche Lilian Ribeiro Santos, brasiliana, specializzata in bioetica, secondo cui «il tema dell’ecologia riguarda la cura dell’ambiente e l’ecologia integrale coinvolge tantissimi temi della dottrina sociale della Chiesa. Si tratta di una delle frontiere che interessa tutti i Paesi, anzitutto come esseri umani. Siamo l’unico essere che può coscientemente distruggere e l’unico che può responsabilizzarsi e liberamente prendere cura di noi stessi e dell’ambiente, trovando modi sempre più creativi per raggiungere uno sviluppo che sia vero e sostenibile».


Guida per comunità e parrocchie sulla cura dell’ambiente


Una raccolta di venti casi concreti di attività economiche e sociali di cura dell’ambiente promosse dalle diocesi italiane alla luce dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco. È la «Guida per comunità e parrocchie sull’ecologia integrale», pubblicata on line. L’iniziativa, giunta alla seconda edizione e ideata dalla Federazione organismi cristiani servizio internazionale volontario (Focsiv) in collaborazione con l’Ufficio nazionale per i problemi sociali e il lavoro della Cei e altre organizzazioni non solo cattoliche, intende offrire uno strumento di esempi per dare un segno di testimonianza alla conversione ecologica integrale. Dall’esperienza del monastero di Siloe, sulle colline della Valle dell’Ombrone tra Siena e Grosseto, all’economia circolare e agroecologica promossa dal «Centro Nocetum», nella diocesi di Milano, dal nuovo complesso parrocchiale ecosostenibile «Redemptoris Mater» a Cinisi, nell’arcidiocesi di Monreale in Sicilia, sino alla proposta della Chiesa valdese di Milano di intraprendere obiettivi e azioni per contribuire a diffondere una nuova coscienza ambientale. La guida è consultabile sul sito (www.focsiv.it).

a cura di Fabio Bolzetta