· Città del Vaticano ·

Si apre in videoconferenza l’assemblea plenaria dell’episcopato francese

Una Chiesa più vicina al mondo rurale

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
02 novembre 2020

La pastorale nel mondo rurale e agricolo, il legame fra territorio e parrocchia, la lotta contro gli abusi sessuali sono i temi principali che verranno esaminati dai vescovi francesi in occasione della loro assemblea plenaria autunnale che si svolge online da oggi, martedì, all’8 novembre. Fino a pochi giorni fa l’incontro della Conferenza episcopale era previsto come di consueto al santuario di Lourdes, ma il grave peggioramento della situazione sanitaria ha costretto i presuli a organizzare la sessione a distanza, come era già avvenuto nel mese di aprile. I vescovi rimarranno quindi nella propria diocesi e comunicheranno virtualmente, “riunendosi” tutti collegialmente ogni giorno dalle 15.30 alle 16 per la tradizionale recita del rosario di Lourdes.

Ieri, tuttavia, la Conferenza episcopale ha espresso la sua contrarietà al divieto di celebrare la messa in pubblico imposto alcuni giorni fa dal governo per fronteggiare la pandemia di coronavirus, un provvedimento ritenuto «sproporzionato» dai presuli. In un comunicato l’arcivescovo presidente, monsignor Éric de Moulins-Beaufort, ha annunciato che presenterà un ricorso al Consiglio di Stato, ritenendo che il nuovo decreto «compromette la libertà di culto, che rappresenta una delle libertà fondamentali del nostro paese». I fedeli, ha ricordato, «rimangono pienamente mobilitati contro l’epidemia e fin dall’inizio hanno rispettato tutte le istruzioni sanitarie».

Oggi e domani i lavori dell’assemblea si concentreranno sul tema «Coltivare la terra e nutrirsi». A prendere la parola saranno innanzitutto esponenti di sindacati di agricoltori e coltivatori diretti. Durante la plenaria, inoltre, il gruppo di lavoro «Territorio e parrocchia» dell’episcopato presenterà i risultati della sua attività, sotto la guida di monsignor Laurent Le Boulc’h, vescovo di Coutances et Avranches.

Per quanto riguarda il tema della lotta contro gli abusi sessuali commessi da membri del clero, verrà comunicato il terzo rapporto statistico della Conferenza episcopale sulla situazione, così come lo stato di avanzamento dei lavori compiuti dai vescovi incaricati di questa problematica. L’assemblea si concluderà con il discorso finale di de Moulins-Beaufort.

L’incontro si tiene in un clima di particolare preoccupazione fra i cattolici in Francia, ancora scossi dall’attentato avvenuto nella basilica Notre-Dame di Nizza, che ha causato la morte di tre fedeli. «Attraverso questi atti orribili a essere colpito è tutto il paese — ha commentato l’episcopato — e questo terrorismo mira a instillare ansia nella nostra società». I vescovi hanno lanciato un appello urgente a fermare «questa gangrena» e a trovare «la fratellanza indispensabile che ci terrà tutti in piedi di fronte a tali minacce».

di Charles de Pechpeyrou