· Città del Vaticano ·

Turchia e Grecia più vicine nel dolore

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

31 ottobre 2020

Si aggrava di ora in ora il bilancio del terremoto di magnitudo 7.0 che ha ieri colpito la città turca di Smirne. Al momento si contano 25 vittime e circa 800 feriti. L’epicentro del sisma è stato registrato nel Mar Egeo, a 14 chilometri di distanza dall’isola greca di Samos, dove sono morte due persone. A Smirne numerosi edifici sono crollati. Nonostante le recenti tensioni diplomatiche, i ministeri degli esteri di Grecia e Turchia hanno subito assicurato «assistenza e sostegno reciproco», promettendo di rimanere in contatto per gestire l’emergenza del terremoto in uno spirito solidale. Stessa solidarietà è stata espressa in una conversazione telefonica tra il presidente turco, Recep Tayyip Erdoğan, e il primo ministro greco, Kyriakos Mītsotakīs.