· Città del Vaticano ·

Un atto crudele e insensato
contro piccoli innocenti

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

La strage di studenti in Camerun

28 ottobre 2020

«Un atto crudele e insensato, che ha strappato alla vita piccoli innocenti mentre seguivano le lezioni a scuola»: profondamente addolorato, Papa Francesco ha espresso così il proprio sconcerto per la strage di studenti avvenuta sabato 24 ottobre a Kumba, in Camerun. Al termine dell’udienza generale di mercoledì 28, il Pontefice ha voluto ricordare i bambini «barbaramente uccisi» — una decina, mentre almeno altrettanti sono rimasti feriti — a seguito dell’irruzione di un gruppo di uomini armati nelle aule dell’istituto elementare Mother Francisca. E con l’auspicio «che le armi tacciano e che possa essere garantita la sicurezza di tutti», ha lanciato un appello di pace per le regioni del Nord-Ovest e Sud-Ovest del Paese africano.