· Città del Vaticano ·

Al termine dell’Angelus il Papa invoca la fine delle violenze nel Paese africano

Promuovere la giustizia e il bene comune in Nigeria

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
26 ottobre 2020

La meditazione e l’appello


Preoccupato per le notizie dei disordini avvenuti in questi giorni in Nigeria, il Papa ha invitato i fedeli, presenti in piazza San Pietro per l’Angelus di domenica 25 ottobre, a pregare per il Paese africano, esortando i responsabili politici a promuovere la giustizia e il bene comune. In precedenza Francesco aveva dedicato la riflessione introduttiva alla pagina evangelica di Matteo (22, 34-40) sull’amore a Dio e al prossimo.

L'Angelus