· Città del Vaticano ·

Barca di migranti affonda al largo dell’Algeria

Alcuni dei migranti gettatisi in mare per protesta al largo di Palermo (Reuters)

Almeno quattro annegati nel naufragio

18 settembre 2020

Non si arresta il dramma dei migranti. I corpi di quattro persone annegate mentre stavano cercando di raggiungere l’Europa a bordo di una barcone sono stati recuperati al largo di Mostaganem, nel nordovest dell’Algeria. Altri cinque sono stati salvati. Continuano le ricerche in mare per trovare possibili superstiti.

Sono stati, invece, tutti recuperati dalle motovedette della capitaneria di porto di Palermo i 76 migranti che, ieri mattina, si sono gettati in mare per protesta dalla Open Arms. Uomini e donne hanno tentato di raggiungere la riva a nuoto, ma sono stati riportati a bordo della nave della Ong spagnola che si trovava da mercoledì sera davanti alle coste palermitane in attesa del trasbordo. Nella nave ci sono 278 migranti soccorsi nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia. Altri 48 migranti, dopo i 76 di ieri, si sono gettati in mare dalla Open Arms nel tentativo di raggiungere la terraferma. Mentre si attendono disposizioni dalla prefettura, a bordo aumenta la sofferenza dei migranti e dell’equipaggio. È l’allarme lanciato dalla ong.