· Città del Vaticano ·

La donna che ha saputo osservare

Un particolare della copertina del libro

"Maria Montessori. Il metodo improprio" di Alessio Surian e Diego Di Masi

31 agosto 2020

«Proprio negli anni più duri del Novecento Maria Montessori è riuscita a infrangere antichi pregiudizi, dimostrando la irragionevolezza di metodi di insegnamento basati sull’autoritarismo e contrastando pratiche di emarginazione ai danni di chi era sofferente o veniva considerato diverso, aprendo la strada a un percorso di crescita dei bambini basato sulla piena espressione della loro creatività, nella formazione responsabile alla socialità». Così scrive il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, nel messaggio rilasciato per il centocinquantesimo anniversario della nascita di Montessori. Parole che riflettono appieno lo spirito e il senso di uno tra i tanti libri usciti per celebrare la ricorrenza, e cioè la biografia a fumetti edita da Becco Giallo, con la prefazione della pedagogista Grazia Honnegger Fresco (che della Montessori fu allieva). Scritta da Alessio Surian e Diego Di Masi (specialisti nell’ambito dell’inclusione e della partecipazione sociale) e con le tavole di Silvio Boselli (i cui disegni ricordano quelli dei libri illustrati per bambini degli anni Cinquanta), Maria Montessori. Il metodo improprio (2019, pagine 215, euro 19) affronta, attraverso la voce e i ricordi della stessa protagonista, le vicende legate alla diffusione delle sue scuole nel mondo, offrendo al lettore uno sguardo “interno” al lavoro della Montessori, e alle conquiste (ottenute non senza difficoltà) di una donna e di una scienziata divenuta un simbolo. Il libro si apre nella primavera del 1952, pochissimo prima della morte: Maria Montessori è in Olanda, a Noordwijk, e nella veranda di casa conversa con alcune delle persone che hanno contribuito a propagare il suo metodo. Ricorda il passato e racconta di sé, delle sue idee nate dall’osservazione: così Surian e Di Masi (e già autori delle biografie di Mario Lodi e Danilo Dolci, sempre con Becco Giallo) percorrono a grandi linee alcuni episodi salienti della biografia di Montessori — riassunta in modo completo in fondo al volume — volti a illustrare nascita, sviluppo e diffusione dei principi generali di quel metodo pedagogico che l’ha resa famosa nel mondo.

di Giulia Galeotti