· Città del Vaticano ·

Suore brigidine

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Un sito alla settimana

21 luglio 2020

Due bande bianche sul capo a formare una croce, unita da una fascia circolare con cinque fiamme a ricordare le piaghe di Cristo. Le suore brigidine celebrano la loro fondatrice. Quest’anno in una forma più semplice. Il 23 luglio la Chiesa fa memoria di santa Brigida. E nell’anniversario del “pio transito” avvenuto nel 1373, la celebrazione eucaristica sarà presieduta nella chiesa a lei dedicata a Roma a Piazza Farnese dal prefetto della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli, cardinale Luis Antonio Tagle. Il carisma dell’ordine del Santissimo Salvatore di santa Brigida irrora, con 700 religiose in 50 case, tre continenti: America, Asia ed Europa. L’attività contemplativa è accompagnata da un apostolato internazionale di accoglienza con un ricercato respiro ecumenico e nella preghiera incessante per l’unità dei cristiani.

La spiritualità di santa Brigida, compatrona d’Europa, vive nell’eredità del segno lasciato da santa madre M. Elisabetta Hesselblad, luterana svedese convertitasi alla fede cattolica in America il 15 agosto 1902 e canonizzata da Papa Francesco, durante il Giubileo straordinario della misericordia, il 5 giugno 2016.

www.brigidine.org

a cura di Fabio Bolzetta