· Città del Vaticano ·

Riconoscenza del Papa a chi lavora in mare

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Per i sacrifici affrontati a causa della pandemia

18 giugno 2020

A causa del coronavirus «il vostro lavoro da marittimi e pescatori è diventato ancora più importante, per assicurare alla grande famiglia umana cibo e altri generi di prima necessità. Di questo, noi vi siamo riconoscenti»: è quanto assicurato dal Papa alla gente di mare attraverso un videomessaggio diffuso nel pomeriggio del 17 giugno. Appartenenti a «una categoria molto esposta», ha sottolineato Francesco, «negli ultimi mesi... avete affrontato — e ancora affrontate — tanti sacrifici, lunghi periodi a bordo delle navi senza poter scendere a terra», con la conseguenza che «la lontananza dai familiari, dagli amici e dal proprio Paese» e «la paura del contagio» diventano «un peso faticoso da portare». Da qui l’incoraggiamento del Pontefice per il personale marittimo, le loro famiglie e quanti sono impegnati su questo fronte pastorale.

Il videomessaggio del Papa