· Città del Vaticano ·

Esplode la rabbia ad Atlanta

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Dopo l’uccisione di un altro afroamericano da parte di agenti bianchi

15 giugno 2020

Un altro afroamericano è stato ucciso dalla polizia negli Stati Uniti e un nuovo video shock è finito sulla rete alimentando le proteste. Ad Atlanta, nella notte tra sabato e domenica, è morto Rayshard Brooks, di 27 anni, per i colpi di pistola esplosi da un agente bianco.

Secondo la ricostruzione fornita dalla polizia, una pattuglia era intervenuta per arrestare il giovane Brooks, sdraiato per terra a dormire in un’area vicino a Wendy's, un fast food dove si viene serviti in auto. L'uomo, come documentato dal video girato da una persona che si trovava in un'auto ferma nel parcheggio, ha reagito riuscendo a strappare un “taser” paralizzante dalle mani di un agente, per poi tentare di scappare a piedi. A quel punto i poliziotti gli hanno sparato almeno tre colpi di pistola in rapida successione alla schiena, uccidendolo. Secondo gli agenti, Brooks non sarebbe morto sul colpo; il giovane sarebbe stato portato d'urgenza in ospedale, dove poi è morto. Secondo un testimone, invece, l'uomo sarebbe stato lasciato agonizzante a terra e portato via solo in un secondo momento, quando non c'era più niente da fare.

Sul luogo dell'incidente, dopo i video diffusi dai testimoni che hanno fatto il giro del web, si sono radunate decine di persone per chiedere giustizia e protestare contro i metodi della polizia. Altri manifestanti si sono radunati al Centennial Olympic Park di Atlanta e in altre zone della città per manifestare contro la brutalità degli agenti. Tutte proteste, queste, già alimentate dalla uccisione di George Floyd a Minneapolis.

Durante queste proteste, il ristorante della catena Wendy's è stato dato alla fiamme. I vigili del fuoco sono subito intervenuti sul posto, secondo quanto riportato dai media americani. I manifestanti hanno infranto i vetri delle finestre e lanciato fuochi d'artificio all'interno del locale. Sono circa mille le persone che si trovavano nei dintorni di Wendy's al momento dell’incendio, ma all'interno del ristorante non c'era nessuno. Almeno 36 persone sono state arrestate.

Le indagini per chiarire l'accaduto sono in corso. L'agente che ha sparato ed ucciso Brooks è stato licenziato. Lo ha annunciato il portavoce della polizia della città, Carlos Campos alla Cnn. L'altro poliziotto coinvolto nel caso è stato invece è stato assegnato a lavori d'ufficio. La polizia ha anche reso noti foto e nomi dei due poliziotti, Devin Brosnan, colui che ha sparato, e Garrett Rolfe.

Il capo della polizia di Atlanta, Erika Shields, si è dimessa. Shields, a capo della polizia di Atlanta dal 2016, era ritenuta fino a poco fa uno dei volti positivi delle forze dell'ordine dopo essere scesa in piazza a dialogare con manifestanti per Floyd. Prende le distanze dalla polizia di Atlanta lo stesso sindaco Keishe Lance Bottomos. «Non ritengo che sia stato un uso giustificato di forza» ha detto. Non è ancora stato chiarito se le autorità locali decideranno ingenti tagli alle forze dell’ordine, come già deciso da New York.