· Città del Vaticano ·

L’estate dei ragazzi in Vaticano

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg

Iniziativa del Governatorato

29 maggio 2020

Nemmeno il covid-19 ferma la voglia dei ragazzi di apprendere nuove cose, di fare festa, di muoversi e stare insieme. Come ormai avviene da qualche anno, alcuni di loro si ritroveranno all’ombra del “cupolone” di San Pietro per fare sport e divertirsi in serenità, grazie all’iniziativa «L’estate ragazzi in Vaticano» promossa dal Governatorato. Prenderà il via lunedì 6 luglio e terminerà il 31 dello stesso mese.

L’oratorio estivo è rivolto ai ragazzi dai 5 ai 14 anni e per rispettare i criteri di sicurezza sanitaria a causa della pandemia, il numero di partecipanti non potrà superare le centocinquanta unità. Il programma prevede attività ludico-sportive, laboratori artistici, spettacoli, balli e giochi di gruppo. I ragazzi saranno divisi in gruppi di età: dai 5 ai 7, dagli 8 ai 10 e dagli 11 ai 14 anni. Verranno anche attrezzate delle piscine esterne con lettini, sdraio e ombrelloni. L’obiettivo dell'iniziativa è quello di creare un ambiente protetto in cui i ragazzi potranno giocare, rinfrescarsi e fare sport sotto gli occhi dei supervisori. Le attività, spiegano gli organizzatori, sono state adattate alle diverse fasce di età. È stata scelta una storia di fantasia dai contenuti educativi che farà da trait d’union delle varie attività. Scopo principale è di far scoprire ai ragazzi la bellezza dello stare insieme, del condividere passioni, emozioni, sorrisi.

Il programma quotidiano ha inizio alle 7.30 con accoglienza e giochi di gruppo. Alle 9 sono previste la colazione e l’apertura della giornata con la narrazione della storia e la presentazione di tutte le attività. Dalle 13 alle 14 si tiene  il pranzo, seguito da un’ora dedicata al gioco libero e ai mini tornei. Alle 15  le attività riprendono fino  alle 18. Il venerdì la giornata si conclude in anticipo, alle 14, con il pranzo.

I ragazzi saranno seguiti da educatori professionisti e da animatori appassionati. Il coordinamento è affidato a don Franco Fontana, superiore della comunità salesiana in Vaticano, cappellano della Direzione dei Servizi di sicurezza e di Protezione civile e dei Musei vaticani, insieme alla società Tutto in una Festa e l’aiuto di altri salesiani. In pratica, per ogni gruppo di 5 bambini fino ai 7 anni vi sarà un operatore; per quelli dagli 8 ai 10 anni, ce ne sarà uno ogni 10; per gli altri fino ai 14 anni, uno ogni 15.

Il costo per ogni settimana, tutto compreso (inclusa l’assicurazione) è di 60 euro per partecipante e di 50 euro dal secondo ragazzo in poi. Ogni settimana è prevista una gita esterna. È possibile iscriversi on line sul sito (www.estateragazzivaticano.it) allestito per l’occasione. Solo una volta che avranno termine le misure di contenimento disposte dalla Santa Sede a causa del covid-19, bisognerà recarsi presso gli uffici del Governatorato o presso i quattro cancelli dei Musei vaticani per confermare l’iscrizione per la firma del modulo e il saldo della quota di adesione.