Libri

La Recherche
è un’Arca di Noè

 La Recherche è un’Arca di Noè  DCM-009
01 ottobre 2022

È una lunga storia quella di Daria Galateria e Marcel Proust. Docente di Lingua e Letteratura francese nell’università La Sapienza di Roma, ha curato la prima edizione commentata al mondo della Ricerca del tempo perduto e del grande scrittore francese di cui ricorre il centenario della morte è una della più esperte, e appassionate, studiose. L’ultimo libro è Il bestiario di Proust, edito da Sellerio, dove «per la prima volta si considera come gli animali siano stati attori delle principali pagine della vita e delle opere» dell’autore. «La Recherche è un Arca di Noè in cui Proust ha messo in salvo, a centinaia, i suoi animali perduti». Il catalogo che ordina Galateria si apre con l’alcione e finisce alla zebra. Per ognuno l’autrice tira fuori un ritratto, e indica dove e come andarli a cercare. Sottolinea: «in molti abbiamo scritto che gli animali nella Recherche sono quasi inesistenti, che quelli veri sono rari, che in Proust c’è nei loro confronti un evidente disinteresse....Lavorando sugli animali parricidi in Proust ho riveduto questo giudizio». Le citazioni, avverte l’autrice, sono dall’originale francese, perché molti testi sono ancora inediti in italiano, e perché in traduzione gli animali possono scomparire o variare».