Fermati cinque scafisti per il maxi sbarco a Lampedusa

11 settembre 2021
Roma , 11. Cinque scafisti di nazionalità egiziana, ritenuti responsabili dello sbarco di 530 migranti avvenuto a Lampedusa il 28 agosto, sono stati fermati ieri dalla Squadra mobile di Agrigento e dal Reparto aereo navale della Guardia di finanza di Palermo. Dagli inquirenti trapelano storie terribili di abusi e maltrattamenti ai danni dei migranti. I fermi sono scattati a seguito delle indagini avviate, subito dopo lo sbarco, in collaborazione con la Direzione distrettuale antimafia (Dda) di Palermo. Secondo gli investigatori, i fermati sono da ritenere, in base alle peculiari modalità dello sbarco, «i soggetti terminali di una verosimile organizzazione criminale attiva in Libia e specializzata nell’organizzazione della tratta di esseri umani». I cinque, oltre a a governare l’imbarcazione, avevano il ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno