In Sud Sudan parlamento al lavoro in un clima di tensione

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 settembre 2021
In Sud Sudan la transizione successiva agli accordi del 2018 procede con molta difficoltà. Nella giornata di lunedì scorso, alcuni gruppi di opposizione avevano organizzato una serie di manifestazioni nella capitale Juba, in concomitanza con l’inizio dei lavori del nuovo parlamento. Ma il governo ha attuato un giro di vite nei confronti degli attivisti promotori delle proteste. Come riporta l’emittente Africanews, sabato scorso — due giorni prima dell’insediamento dell’assemblea — sono stati arrestati sette attivisti, tra i quali un vescovo. Gli arresti sono avvenuti sia nella regione settentrionale che in quella meridionale. Le manifestazioni di lunedì sono state organizzate dalla People’s Coalition for Civil Action (Pcca) un gruppo che include accademici, avvocati, attivisti per i diritti ed ex membri del governo. ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno