La “geometria della speranza” nella riflessione di Éric Tillette

Attraverso quattro dimensioni misteriose

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
04 settembre 2021
Le dimensioni di un oggetto posto su di una superficie non piana si indicano con tre misure: l’altezza, la larghezza e la profondità. Esse servono a indicare l’oggetto nello spazio che effettivamente occupa. Proprio partendo da ciò, mi ha colpito e incuriosito il fatto che, appena ho aperto il libro di Éric Tillette de Clermont-Tonnerre, Un’audace speranza (Magnano, in provincia di Biella, Edizioni Qiqajon, 2021, pagine 192, euro 20), ho notato che esso è suddiviso in quattro capitoli, rispettivamente intitolati proprio Altezza, Profondità, Ampiezza, Lunghezza, termini che non possono non richiamare le misure di cui parlavo poco sopra. Questa scelta deriva dal preciso intento dell’autore di trattare il tema che si è proposto seguendo una alla volta queste dimensioni, che indicano e riassumono i ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno