Oltre 38.000 sfollati a causa dei combattimenti tra esercito e ribelli

Emergenza a Daraa

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
26 agosto 2021
Damasco, 26. Nuovo allarme profughi in Siria. I combattimenti tra le forze governative e gli ex ribelli nella provincia siriana di Daraa hanno provocato lo sfollamento di oltre 38.000 persone nell’ultimo mese. Lo ha affermato l’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (Ocha) in un comunicato stampa ripreso dalle agenzie internazionali. L’Ocha ha specificato che tra gli sfollati sono incluse «quasi 15.000 donne, oltre 3.200 uomini e anziani e oltre 20.400 bambini». Daraa, ripresa dalle forze governative nel 2018, è emersa come un nuovo punto critico nel conflitto siriano nelle ultime settimane, da quando le forze governative hanno rafforzato il controllo su Daraa Al-Balad, distretto meridionale della capitale provinciale ed hub per ex combattenti ribelli. Gli scontri, caratterizzati ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno