Un francobollo e un annullo postale

Emissione filatelica per i cento anni della Cattolica

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
25 agosto 2021

La lunga storia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore racchiusa nel piccolo formato di un francobollo del valore di 1,10 euro. Quattro colori: sullo sfondo blu a destra è rappresentata l’immagine del Sacro Cuore di Gesù ispirata al dipinto collocato al centro della cappella dell’Università che, nel 1924, padre Gemelli commissionò all’artista Lodovico Pogliaghi. Una riproduzione dell’opera viene donata a tutti gli studenti il giorno del conseguimento della laurea. Sulla sinistra invece la facciata dell’antico monastero di Sant’Ambrogio progettato dal Bramante, acquisito dall’ateneo nel 1927 e divenuto nel 1932 la sede centrale dell’Università. Completano il disegno un libro, che rappresenta il sapere illuminato dalla fede, e la pergamena, simbolo del grado accademico conseguito.

In queste poche immagini un lavoro di cento anni che continua a portare frutto nel campo scientifico e che quest’anno segna una tappa importante. Il 1° novembre 2020 infatti è formalmente iniziato il centesimo anno accademico dell’Università dei cattolici italiani, fondata nel 1921 da padre Agostino Gemelli. «Un secolo di storia davanti a noi» è il motto scelto per accompagnare questo importante anniversario. Si tratta non solo del più grande ateneo cattolico d’Europa ma anche dell’unica università italiana che vanta una dimensione nazionale grazie ai cinque campus di Milano, Piacenza, Cremona, Brescia e Roma, dove è presente anche il Policlinico universitario Agostino Gemelli. Con una proposta educativa incentrata sulla formazione integrale della persona, l’ateneo si inserisce nella tradizione europea come luogo di elaborazione culturale capace di leggere e interpretare la complessità della realtà attuale.

Due le sottolineature particolari del lavoro dell’università, che il Papa in occasione del centenario ha voluto tracciare, nella lettera scritta al rettore, il professor Franco Anelli, e in quella a Carlo Fratta Pasini, presidente della Fondazione del Policlinico universitario. Scritte al ridosso delle dimissioni dal Policlinico dopo l’intervento chirurgico al colon subito il 4 luglio scorso, le lettere sottolineano l'attenzione alla persona, centrale nel lavoro della “grande famiglia” creata dal padre Gemelli nonché l'accoglienza e la premura cordiale nei confronti di chi è in un letto d'ospedale. La vocazione dell’Università del Sacro Cuore — ha detto in queste occasioni il Papa — è il «prendersi cura della persona umana» che — ha spiegato — «è espressione del cuore». Da qui la sottolineatura: «È vero, la promozione culturale e integrale della persona umana apre le porte al futuro».

Al francobollo pensato per questo centenario, si accompagna un annullo postale che riproduce — in forma stilizzata — la facciata del monastero di Sant’Ambrogio di Milano. Completano l’annullo le scritte « centenario dell’università cattolica del s. cuore», «poste vaticane - 08.09.2021» e «die emissionis », l’8 settembre .

di Gabriella Ceraso