Cent’anni di missione dei barnabiti

Tenendo acceso il lume
del Vangelo

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 agosto 2021
«In manus tuas, Domine. Possiamo dire solo questo oggi, riconsegnando nelle mani di Dio questi cento anni di missione. La missione affidata ai padri barnabiti, pensata per l’Afghanistan fin dal 1921, ha un futuro incerto. Staremo a vedere cosa ci riserverà l’avvenire, quale sarà la volontà di Dio». Mentre i talebani hanno proclamato l’Emirato islamico dell’Afghanistan, padre Giovanni Rizzi, missionario barnabita, biblista e storico della congregazione, conferma a «L’Osservatore Romano» che padre Giovanni Scalese, suo confratello attualmente superiore della missio sui iuris in Afghanistan, unico sacerdote cattolico presente nel Paese, è in procinto di rientrare in Italia e, con lui, tutto il personale cattolico, come le suore di diverse congregazioni che prestavano servizio sul ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno