Sale a oltre 2.200 il numero dei morti per il sisma

Haiti, la sfida degli aiuti

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
23 agosto 2021
Port-au-Prince , 23. «Nel sud sono stati trovati nuovi corpi. Il bilancio per i tre dipartimenti è ora di 2.207 morti, 344 dispersi e 12.268 feriti». Questo recita il bollettino della protezione civile di Haiti pubblicato ieri, in relazione al devastante terremoto di magnitudo 7.2 che il 14 agosto scorso ha colpito la parte sud-occidentale del Paese caraibico, in particolare il dipartimento di Sud, con oltre 1.600 vittime e quelli vicini di Grand’Anse e Nippes. Nove giorni dopo il disastro, le ricerche continuano tra le macerie, ma le possibilità di trovare sopravvissuti stanno diminuendo di ora in ora. Le autorità haitiane hanno reso noto che circa 600.000 persone sono state direttamente colpite dal sisma e hanno bisogno di assistenza umanitaria di emergenza. Riuscire a portare cibo e acqua alle ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno