Burkina Faso: si aggrava il bilancio dell’attacco jihadista al confine con Mali e Niger

20 agosto 2021
Ouagadougou, 20. Il Burkina Faso è ancora stretto nella morsa della violenza terroristica di matrice jihadista. Ottanta persone — 65 civili e 15 militari — sono state uccise nell’attacco jihadista di mercoledì su un convoglio militare che scortava civili nel nord del Burkina Faso, secondo un nuovo bilancio ufficiale. Lo ha annunciato ieri il portavoce del governo, Ousseni Tamboura. Si tratta di uno dei bilanci più drammatici per attacchi di questo tipo nella regione del Sahel. Il presidente del Burkina Faso, Roch Marc Christian Kaborè, ha indetto tre giorni di lutto nazionale. Un precedente rapporto ufficiale diramato sempre ieri giovedì aveva parlato di 47 morti — 14 gendarmi, 30 civili e 3 ausiliari impegnati nella lotta anti-jihadista a fianco dell'esercito — e 30 feriti. Poche ore dopo una fonte ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno