Il cardinale Turkson al pre-summit Onu sui Sistemi alimentari

L’agricoltura dei popoli indigeni antidoto all’ecocidio

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
28 luglio 2021
Contro il rischio di rendere «l’agricoltura un’attività del tutto estranea alla natura» e le «pratiche ecocide» guidate da «interessi economici», per «aumentare la produzione alimentare mondiale del 50%» — il minimo necessario a sfamare «gli oltre 9 miliardi di persone che si prevede abiteranno il pianeta entro il 2050» — occorre promuovere i «sistemi alimentari autoctoni». La “ricetta”, sostenuta da studi e ricerche, è stata rilanciata dal cardinale Peter Kodwo Appiah Turkson, prefetto del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale (Dssui), al pre-summit dell’Onu sui Sistemi alimentari che si conclude oggi, 28 luglio, a Roma, nella sede della Fao. Intervenendo nel pomeriggio di ieri, il porporato ha sottolineato come «soprattutto ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati

Fino al 30 Novembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno