Dieci anni fa la strage di Utøya

21 luglio 2021
Oslo , 21. Sono trascorsi dieci anni dagli attacchi di Oslo e dalla strage dell’isola di Utøya, che hanno segnato una delle pagine più cupe e drammatiche della storia recente non solo della Norvegia, ma di tutta l’Europa. Era il 22 luglio 2011 quando il neonazista norvegese Anders Behring Breivik massacrò con una violenza inaudita 77 persone, per lo più giovani militanti del Partito laburista che si erano radunati in un campo estivo dell’isola per parlare di politica e futuro. Ma per ben 69 di loro la vita è stata spezzata prima del tempo per mano proprio di un connazionale quasi loro coetaneo. Nella carneficina rimasero feriti altri 110 ragazzi. Gli studenti stavano partecipando a un workshop di tre giorni sulla gestione dei conflitti e lotta contro il razzismo. Prima di sbarcare a Utøya, ...

Questo contenuto è riservato agli abbonati

paywall-offer
Cara Lettrice, caro Lettore,
la lettura de L'Osservatore Romano in tutte le sue edizioni è riservata agli Abbonati
Fino al 30 Settembre potrai usufruire del prezzo promozionale di 20€ all'anno