Conclusa l’assemblea generale della Cei

Rafforzare
il «Noi ecclesiale»

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
27 maggio 2021

L’avvio del processo sinodale della Chiesa in Italia, garanzia di un “Noi ecclesiale” inclusivo; la situazione socio-economica del Paese aggravata dalla pandemia; la tragedia dei migranti morti nel Mediterraneo e sulla Rotta Balcanica: questi i temi principali che hanno contraddistinto i lavori della 74a assemblea generale della Conferenza episcopale italiana.

Incentrata sul tema «Annunciare il Vangelo in un tempo di rinascita - Per avviare un cammino sinodale», l’assemblea, nel corso della quale non è mancata la preghiera di suffragio per le quattordici vittime della tragedia di Stresa-Mottarone e per i loro familiari, si è conclusa oggi.

L’incontro, si sottolinea nel comunicato finale presentato nel corso di una conferenza stampa dal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia - Città della Pieve, ha quindi dato l’avvio ufficiale «al cammino sinodale secondo quanto indicato da Papa Francesco e proposto in una prima bozza della Carta d’intenti presentata al Santo Padre». Al tempo stesso, i presuli hanno affidato al Consiglio permanente «il compito di costituire un gruppo di lavoro per armonizzarne temi, tempi di sviluppo e forme, tenendo conto della Nota della Segreteria del Sinodo dei Vescovi del 21 maggio, della bozza della Carta d’intenti e delle riflessioni di questa assemblea».

L’assise è stata inoltre l’occasione per un aggiornamento sulla Settimana sociale dei cattolici italiani che si svolgerà a Taranto dal 21 al 24 ottobre, sull’applicazione del motu proprio Mitis Iudex Dominus Iesus e sui passi compiuti dopo due anni dall’approvazione delle Linee guida per la tutela dei minori e delle persone vulnerabili. Si è provveduto inoltre a fare il punto sulle attività della Caritas, a livello nazionale e locale, svolte in tempo di pandemia, e ad informare sulla «Giornata per la carità del Papa».

Nel corso dei lavori si è tenuta l’elezione di Erio Castellucci, arcivescovo di Modena-Nonantola e vescovo di Carpi, come vice presidente per l’area Nord, e di Giuseppe Andrea Salvatore Baturi, arcivescovo di Cagliari, vice presidente per l’area Centro. Sono stati poi eletti i presidenti delle dodici commissioni episcopali, che faranno parte del Consiglio permanente per il prossimo quinquennio, nonché i membri del Consiglio per gli affari economici. Infine, il professor Giuseppe Notarstefano, ricercatore di statistica economica, è stato nominato presidente dell’Azione cattolica italiana.

di Charles de Pechpeyrou