Myanmar, bombe sulla chiesa
che ospitava sfollati:
due donne uccise

cq5dam.thumbnail.cropped.500.281.jpeg
24 maggio 2021

L’esercito del Myanmar (Tatamadaw) la scorsa notte ha attaccato il villaggio di Kayan Tharyar, a 7 km da Loikaw. Uno dei proiettili ha colpito la chiesa uccidendo almeno due donne e ferendo numerosi altri sfollati che vi avevano cercato rifugio. Lo riporta l’agenzia Fides che riferisce il racconto di alcuni gesuiti in Myanmar: «Gli abitanti del villaggio ritenevano che la chiesa parrocchiale sarebbe stato un luogo sicuro ma hanno dovuto tragicamente ricredersi». Fides riferisce che anche la cattedrale del Sacro Cuore di Pekhon (a una quindicina di chilometri) è stata danneggiata dai colpi di artiglieria. I gesuiti condannano questi «odiosi crimini nel modo più forte».

Padre Maurice Moe Haung, prete birmano dei Missionari della carità, residente in Italia ha dichiarato a Fides; «Oggi il compito dei fedeli cattolici in Myanmar è sempre più difficile. Vi sono innocenti indifesi che vivono una tragedia inaudita. Vi è un uso sproporzionato della forza armata. Ci uniamo al Papa per dire nuovamente: stop alla violenza».